Un pomeriggio al Parco di Monte Claro

Il 30 maggio al Parco di Monte Claro a Cagliari si è svolta la manifestazione conclusiva del nostro Progetto; la pioggia e il freddo non hanno certamente favorito una grande partecipazione, ma le persone di tutte le età che hanno partecipato hanno apprezzato la validità del progetto, i lavori realizzati dai ragazzi della 2ª A s.s.s. dell’Istituto Pertini di Cagliari e la testimonianza di associazioni e aziende che, con idee innovative e tanta passione, si dedicano a dare nuova vita ai rifiuti… producendo un grande beneficio per l’ambiente e anche nuovi posti di lavoro.

Grande apprezzamento per l’iniziativa e consonanza di intenti con gli organizzatori è stata manifestata dall’Assessore ai Servizi Tecnologici del Comune di Cagliari, dott. Pierluigi Leo, che, aprendo i lavori del seminario pomeridiano, ha presentato gli ultimi progetti del Comune per migliorare il servizio di raccolta differenziata, ridurre i consumi energetici negli uffici pubblici e favorire l’autoproduzione di energia elettrica negli edifici scolastici. Un interessantissimo reportage delle attività “sostenibili” promosse dall’Associazione Sustainable Happiness – tra le quali Alig’ART, laboratori e mostre di opere d’arte realizzate con i rifiuti – è stato illustrato da Margherita Zanardi. L’ing. Giovanni Zucca della Sarda Raee ha evidenziato i vantaggi economici e ambientali derivanti dalla corretta gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici, mentre la dott.sa Angela Serpe ha illustrato l’attività dello spin-off universitario 3R Metals nel recupero dei metalli preziosi dai Raee e dalle marmitte catalitiche; a seguire, il prof. Raimondo Ciccu ha portato l’esempio della start up Aquavis, che ha ideato un metodo innovativo per valorizzare i pneumatici fuori uso. Nel corso della serata, sono state illustrate, anche con l’esposizione di vivaci stand, le attività portate avanti dalle associazioni promotrici del Progetto “Le 8 R”: Gabriele Onlus, Mediante aps e 100%vitaequa. La possibilità di creare una “rete” tra i tanti soggetti, anche pubblici, impegnati a vario titolo nella promozione di modelli di comportamento nuovi e “sostenibili”, specialmente -ma non solo- tra i ragazzi delle scuole, è uno degli importanti risultati ottenuti da questa iniziativa. Prima della festosa conclusione con l’esibizione di capoeira offerta dal gruppo Soluna Oxossi Cagliari, il prof. Roberto Pianta, dirigente scolastico dell’Istituto Pertini, ha consegnato ai ragazzi della 2ª A s.s.s. gli attestati di partecipazione al Progetto e un kit “sostenibile”, prodotto con materiale riciclato. Per concludere, un invito rivolto a tutti dai ragazzi attraverso gli applauditissimi spot audio e gli altri lavori realizzati nel corso del progetto “Le 8 R”: passare dall’idea di “crescita” intesa come aumento della produzione e dei consumi all’idea di “CRESCITA” intesa come aumento della responsabilità nei confronti dell’ambiente e di tutte le persone che vivono – e che vivranno dopo di noi- sul nostro pianeta, cominciando a modificare il nostro stile di vita, riducendo gli sprechi e impegnandoci a fare una buona raccolta differenziata dei nostri rifiuti.

Lascia un commento