Risparmio energetico in casa: l’importanza del consumo consapevole

Ormai quello del risparmio energetico è un argomento che coinvolge tutti noi, sopratutto in casa: si tratta di un tema attuale e la cui importanza non viene più sottovalutata, ma quali sono le mosse essenziali per riuscire a far sì che il luogo in cui viviamo sia più sostenibile? Che cosa dobbiamo sapere per salvaguardare l’ambiente e il portafoglio?

Classe energetica

Quando andiamo ad acquistare nuovi elettrodomestici la classe energetica dovrebbe essere una delle caratteristiche a cui far riferimento: si tratta di quelle lettere che vanno a indicare, in breve, quanto consuma quel determinato prodotto in un anno. Variabile a seconda dell’elettrodomestico (alcuni, per la loro natura sono più inquinanti di altri), viene rappresentata con una lettera che va da G (la peggiore) ad A (in alcuni casi, come nei condizionatori o frigoriferi, si possono trovare anche A++ o A +++).

Coibentazione

Una casa ben coibentata è una casa in cui si spende di meno! Eh sì, perché riuscire a mantenere caldo d’inverno e fresco d’estate i luoghi in cui viviamo permette di risparmiare su riscaldamento e aria condizionata. Sopratutto per il primo fine, è bene non solo ricordarsi di effettuare cambi d’aria solo nelle ore centrali lasciando aperta la finestra non più del dovuto, ma anche chiudere le porte delle stanze non utilizzate e nelle ore notturne abbassare le tapparelle per evitare che il freddo entri maggiormente. Importante è anche eliminare ogni spiffero e apertura (come il camino che, se spento, andrebbe “chiuso”) sfiatare i termosifoni andandoli a regolare a una temperatura non troppo elevata.

Altri consigli utili

Oltre a porre attenzione alla classe degli elettrodomestici e a coibentare bene la propria abitazione, bisognerebbe seguire anche altri utili consigli per un migliore risparmio energetico (e non solo) in casa. Per questo fine ha grande importanza l’utilizzo di lampade a LED (o a basso consumo) e di scarichi per il water con doppio tasto (o regolabili) per non sprecare acqua o, ancora, l’eliminazione dello stand-by da tutti gli apparecchi elettronici oltre all’accensione della lavatrice solo a pieno carico e a temperature non troppo alte.

Photo Credit: Photl.com

Fonte eterra.it

Articoli correlati

Lascia un commento